L’autopubblicazione

Una scelta alternativa all’edizione a pagamento, che garantisce all’autore maggiore trasparenza e maggiore partecipazione al processo editoriale.

Foto copertina Frammenti

Per autopubblicazione (o self-publishing) si intende una stampa in proprio, completamente finanziata dall’autore, e della quale l’autore è pieno titolare. Chiaramente, non essendo l’autore formalmente un editore, il libro non risulterà pubblicato da una casa editrice (autore ed “editore”, quindi, combaciano); nonostante ciò risulterà regolarmente stampato, l’autore potrà venderlo senza problemi a privati (l’azione è paragonata alla compravendita di oggetti usati) o a librerie e simili rilasciando una semplice dichiarazione. Inoltre, la pubblicazione (riportando la data di stampa) garantisce la protezione dei diritti d’autore sull’opera.

Grazie alle nuove tecnologie di stampa digitale autoprodursi oggi è ancora più semplice, veloce ed economico, in quanto l’autore non è più costretto (per ammortizzare gli alti costi di avviamento della stampa tradizionale) a stampare un numero di copie superiore alle sue esigenze, ma può limitarsi ad un numero compreso tra le 50 e le 300 copie: il tutto con una qualità di stampa ottima e a prezzi davvero concorrenziali.

La garanzia di un libro ben fatto non è data però solo dalla stampa. Altretanto importante è infatti il servizio editoriale, che comprende la progettazione grafica dell’impaginato e della copertina, l’impaginazione, la revisione e la correzione attenta del testo, la gestione dei rapporti con lo stampatore.

Ma al giorno d’oggi autopubblicarsi non vuol dire per forza produrre un libro “di carta”: grazie alle nuove tecnologie un libro può essere prodotto e distribuito su altri supporti: dal semplice ed economico e-book (libro elettronico), al web-book (sito internet da sfogliare), fino all’audiolibro (sia in CDrom che in mp3).

L’autore può altrimenti decidere di non stampare subito il libro ed inserirlo gratuitamente in uno dei numerosi portali di “Print On Demand” come Ilmiolibro.it o Lulu.com. Nel caso di Lulu.com, inoltre, l’autore potrà aderire al servizio “Pubblicato da Lulu”, grazie al quale il libro potrà ottenere un codice ISBN ed essere inserito nei database delle maggiori librerie online (bol.com, unilibro.it, ibs.it).


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>