Auteditori: un’esperienza di self-publishing

Un progetto nato nel 2004 da un gruppo di giovani scrittori esordienti intenzionati a scavalcare i problemi connessi alla pubblicazione dei propri testi tramite l’esperienza dell’autoproduzione.

auteditori [au-te-di-tó-ri] s.m.pl. Gruppo di giovani scrittori esordienti, attivi a partire dai primissimi anni del XXI secolo nell’Italia nord-orientale, impegnati nello sviluppo del progetto editoriale omonimo consistente nella creazione da un lato di un vasto catalogo di opere dall’elevato valore artistico-letterario, dall’altro di una rete di scrittori, fumettisti, illustratori, cantautori interessati al confronto creativo e all’autoproduzione. Le pubblicazioni si distinguono per i contenuti e lo stile attuali, la grafica accattivante, il formato tascabile (10 x 15 cm – 32 o 64 pagine), la rilegatura a punto metallico ed il prezzo accessibile. ¶ Fusione dei due sostantivi ‘autori’ e ‘editori’.

Auteditori nasce nel 2004 da un gruppo di giovani scrittori esordienti della provincia di Venezia intenzionati da un lato a scavalcare i problemi connessi alla pubblicazione dei propri testi tramite l’esperienza dell’autoproduzione (o self-publishing), dall’altro a dare inizio ad un rapporto di scambio e confronto prima di tutto sulla scrittura, poi su altre forme di creatività (musica, arti visive); il tutto secondo la formula collaudata l’anno prima (2003) con la pubblicazione dell’antologia 9 poeti esordienti: autofinanziamento e partecipazione diretta al processo editoriale (redazione, produzione, distribuzione, promozione).

Grazie ad un finanziamento messo a disposizione dalla Regione Veneto – Progetto Junior, e dopo più di un anno di duro lavoro redazionale e grafico, a dicembre del 2004 uscivano quindi sotto il marchio Auteditori le prime 10 opere, in formato 10×15 cm, ognuna di 64 pagine, di genere misto: dal racconto lungo al diario di viaggio, dalla raccolta di poesia a quella di racconti a quella di favole.

Nell’arco del 2005 il progetto si è sviluppato in tre diverse direzioni:

1. pubblicando (sotto il marchio editoriale MiMiSol) quattro nuovi libri, la cui distribuzione è stata affidata a livello nazionale al distributore indipendente NdA

2. portando in giro per librerie, festival, biblioteche, centri culturali etc. l’Auteditori Live Session (una performance in cui la lettura dei testi, editi o inediti, dialoga con la musica e la proiezione video)

3. pubblicando sul sito www.auteditori.it materiale inedito di diverso tipo (testi, canzoni, video, immagini, foto)

Auteditori non nasce quindi con l’obiettivo di creare un’ennesima piccola casa editrice, ma piuttosto con quello di dar vita a un progetto in cui la scrittura e la pubblicazione di un testo stanno al centro di un sistema più vasto di produzione creativa, dando priorità a temi legati alla realtà attuale, specie giovanile, e a stili e linguaggi non tradizionali.

L’esperienza di Auteditori si è conclusa nel 2008. I suoi promotori principali – Mirko Visentin, Enrico Lucchese, Roberto Cesaro, Silvia Salvagnini – continuano a bazzicare nel mondo della scrittura, del libro, dell’editoria, collaborando reciprocamente.

L’esperienza maturata nell’ambito del progetto è confluita (assieme a MiMiSol Edizioni) nello spazio creativo condiviso Spazio Sputnik, come servizio dedicato ad autori esordienti interessati a forme di autopubblicazione (autoeditoria e self-publishing) diverse dall’edizione a pagamento.

Vai alla collana AUTEDITORI


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>